L’ intenzionalità del corpo umano, la sua originale apertura al mondo, l’ es-porsi e attendere dal mondo indicazioni per sé è attestato, innanzitutto, dalla sua struttura anatomica. Noi siamo eretti non per la meccanica dello scheletro o per la regolazione nervosa del tono muscolare (queste sono piuttosto conseguenze, non cause), ma perchè siamo impegnati in un mondo; come questo impegno vien meno, come si riduce la presa sul mondo, il corpo si abbandona nella morte, dove diviene oggetto puro, cosa tra cose, immobilità non gesto, silenzio non parola. Non è l’anima che se ne è andata, ma è il mondo che non c’è più, o c’è solo come terra che l’accoglie.
Proprio perchè abitiamo il mondo siamo introdotti nella sua verità che non è mai al di là di ciò che percepiamo.

Umberto Galimberti

Seminari residenziali nella natura
Attraverso la diretta relazione con gli elementi naturali e l'immersione in luoghi di magnifica bellezza è possibile amplificare l'esperienza della danza e rendere viva la ricerca corporea e creativa.

Movimento creativo per bimbi
"Valorizzando la creatività dei bambini tendo a svelare e a potenziare la loro coscienza corporea partendo dalla considerazione primaria che ogni individuo, sviluppando un equilibrio nel proprio comportamento espressivo-motorio, possa vivere con maggiore consapevolezza...